HPV: nuovi orientamenti per la tutela della salute maschile e femminile

Riconoscere e trattare precocemente le lesioni HPV-correlate permette di ridurre mortalità e morbidità non solo del carcinoma della cervice uterina, ma anche di molte altre patologie neoplastiche e non che colpiscono donne e uomini.

Si stima che il 65-70% dei maschi contrae un’infezione da uno opiù ceppi di HVP durante l’arco della vita e correlate a tali infezioni sono l’80-90% delle neoplasie anali, almeno il 50% delle neoplasie del pene e il 45-90% delle neoplasie testa-collo.
Recenti studi inoltre, indicano come l’HPV sia in grado di ridurre la fertilità maschile. L’evoluzione della ricerca ha portato alla realizzazione di nuovi vaccini in grado di offrire protezione ampia e personalizzata per uomini e donne.

L’obiettivo del corso è stato quello di aggiornare le conoscenze in tema di infezioni da HPV, diagnosi, vaccinazione e nuove evidenze sulla patologia nell’uomo, al fine di fornire adeguati strumenti per il corretto counseling che riguarda la coppia e non solo la donna.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn